Si ricomincia

È finita. Dopo mesi di stressante campagna elettorale il risultato è arrivato: Stefania Bonaldi è riconfermata sindaco di Crema. Buon lavoro. È quindi un buon momento per rilanciare le nostre proposte, nella speranza di vedere la città migliorare di molto nei prossimi 5 anni. Alcune proposte ci stanno più a cuore di altre, in particolare il tema graffiti su cui abbiamo fatto un reportage e su cui vogliamo spendere nuovamente qualche parola.

Lo spettacolo nella via della biblioteca.

Spettacoli del genere sono semplicemente inaccettabili. Alcuni potranno ribadire che ci sono questioni più importanti, che il vero degrado è altrove. Queste persone forse non hanno mai sentito parlare della teoria delle finestre rotte e forse nemmeno in Comune ne hanno sentito parlare. Il comportamento delle persone è influenzato dall’ambiente che le circonda: un ambiente degradato non fa altro che portare altro degrado. Quindi è importantissimo per qualsiasi città non entrare in questo vortice. Si cancellino i graffiti, si ridipingano i muri dove la vernice si scrosta, si puliscano pali e cestini, si installi migliore illuminazione, si sistemi la pavimentazione. E punire i responsabili di tale degrado. All’inizio sarà una lotta impari, le zone pulite verranno ripetutamente vandalizzate. Ma non bisogna arrendersi, bisogna mantenere l’ordine fino a quando a certa gente non sarà passata la voglia (e magari viene anche multata pesantemente). L’arredo urbano è uno degli elementi più importanti dell’urbanistica e va tutelato costantemente. È la cosa su cui ci si sofferma per primi con lo sguardo e da esso si traggono le dovute conclusioni. Le prime impressioni valgono anche per i luoghi, non solo con le persone. Un luogho sporco e degradato non è affatto un buon biglietto da visita per i turisti che Crema cerca di attirare, ma nemmeno per gli abitanti stessi.

Noi diciamo allora di intervenire, sarebbe un’operazione veloce e a basso costo. Coinvolgendo i cittadini volontari e fornendo loro gli strumenti come vernice, pennelli e detergenti. Viene fatto in molte città, manca solo l’iniziativa. Una giornata, massimo due, e il centro è rinato. Poi gli altri quartieri, in pochi mesi l’intera città sarebbe tirata a lucido. I benefici da tale operazione non sono affatto da sottovalutare.

2 pensieri riguardo “Si ricomincia

Rispondi a Michele Gennuso Annulla risposta