I graffiti in centro

Pochi mesi fa l’ordinanza contro gli atti vandalici ci ha fatto sperare in un miglioramento della situazione, ma è impossibile non notare come in realtà non ci si muova sul fronte dei graffiti che da tempo imbruttiscono le vie di Crema. E non solo le zone periferiche, anche il centro storico è letteralmente invaso da questa piaga. Ci siamo fatti una normalissima vasca, di quelle che i cremaschi fanno giornalmente, più una piccola deviazione verso la biblioteca. Non abbiamo fotografato tutti i graffiti, altrimenti non si finiva più. E, per rendere le cose più interessanti, cercheremo di datare gli scarabocchi con Google Maps. Iniziamo con Piazza Giovanni XIII. Nonostante la recente riqualificazione, nulla è stato fatto per questo graffito.

IMG_20160712_132522
Presente da almeno luglio 2008.

Proseguiamo ora in Via XX Settembre. Pochi, fortunamente, i graffiti sulle due vie ma le vie laterali ne sono ricoperte e in piena vista durante una vasca. Non una bella pubblicità per il centro storico della città.

IMG_20160712_132625
Da almeno settembre 2010.
IMG_20160712_132650
Tra settembre 2010 e giugno 2012 per “ciao”, tra giugno 2012 e luglio 2015 per il resto. Notare anche il palo imbruttito da vecchi adesivi strappati.
IMG_20160712_132727
Diversi “strati”. La “M” di fondo risale ad almeno settembre 2010, quando era già sbiadita (tentativo di cancellazione?). Tra giugno 2012 e luglio 2015 si aggiunge il complicato scarabocchio sopra la “M” sbiadita. La nuova “M”, ricalcata sulla vecchia, è posteriore a luglio 2015.
IMG_20160712_132756
Almeno da setembre 2010. Altre scritte, blu, appena fuori sulla destra.
IMG_20160712_132809
Pochi metri più avanti, sempre da almeno settembre 2010.
IMG_20160712_132851
Sempre da settembre 2010.
IMG_20160712_134529
Non graffiti ma adesivi. Sempre mancanza di decoro si tratta. Alcuni, come l’adesivo rosso dei taxi, sono lì da almeno settembre 2010.

Superato il Duomo giriamo a sinistra in Via Cavour e ci si trova davanti un altro bello spettacolo.

IMG_20160712_131424
Datazione incerta (Google Maps non inquadra bene, ma comunque altri graffiti poco fuori dall’immagine risalgono ad almeno settembre 2010).

Giriamo quindi verso la biblioteca. Lo spettacolo probabilmente più imbarazzante.

IMG_20160712_131158
Spettacolo veramente vergognoso presente, manco a dirlo, almeno da settembre 2010. 30 metri di parete completamente ricoperta. Abbiamo risparmiato di fotografare la facciata della biblioteca, anche lei non proprio pulita, per pietà.

Verso la fine di Via Civerchi si può notare la “lotta” tra degrado e decoro su una parete. Abbastanza chiare e un po’ grossolane le diverse cancellature nel tempo.

IMG_20160712_130941
“Valy ♥ Paso” è il graffito più vecchio, risalente tra settembre 2010 e giugno 2012. Il resto è posteriore.

Sempre in Via Civerchi, altro esempio.

IMG_20160712_130849
Risalenti almeno a settembre 2010. Palo sorprendentemente (quasi) pulito.

 

E questa è sola una minima parte del centro storico, la più importante. Gli scarabocchi sono sparsi ovunque in città. Ma come vediamo moltissimi hanno almeno 6-8 anni, probabilmente di più. Possibile che in tutto questo tempo non si sia fatto niente? L’ultima “grande pulizia”, molto benvenuta, risale ad aprile 2015, quando Via Verdi e il mercato sono stati ripuliti. Perché non replicare l’iniziativa? Coinvolgere i cittadini? In Italia molte associazioni lo fanno, e basta guardare non troppo lontano per trovarea una formula di successo con Retake Milano. Bisogna aspettare eventi collaterali, come quando per le riprese del film di Guadagnino alcune vie del centro sono state ripulite con cura?

Una bella iniziativa sponsorizzata dal Comune coinvolgendo realtà locali, magari gruppi come Progetto Crema o Fare Legami, avrebbe probabilmente notevole successo.  In una giornata di lavoro la città cambierebbe aspetto diventando più bella. Possiamo solo sperare.

Lascia un commento