controcielo

Angelo Noce, affermato pittore cremasco, è l’artista di cui mi occuperò oggi.
La sua mostra “controcielo” sarà visitabile fino al 17 dicembre alla Sala Agello la sua mostra“controcielo”. Le opere fanno parte della sua ultima collezione pittorica dal nome “OrizzontidiurniOrizzontinotturni”.

Chi è Angelo Noce?
Nato a crema nel 1943, le sue prime esposizioni personali iniziano negli anni 60 alternate a frequenti viaggi per l’Europa, intessendo rapporti con artisti locali di ogni corrente.

La scelta stilistica riguarda l’utilizzo di colori sempre forti, profondi, irradiati di vitalità e divisi da una sorta di confine, un orizzonte nato dallo scontro tra due mondi: quello mare e quello del cielo.
Due emisferi cosmici così differenti, eppure così simili. Nella linea d’incidente acquisiscono una sorta di forza solida, materiale nonostante abbatta il limite visivo della forma, dell’oggetto compiuto.

La tecnica cromatica di Noce è sublime, composta da sobrietà e forte incidenza, suggerisce l’astrazione dai concetti convenzionali del mondo per arrivare a schiantarsi, con una decisione poetica, nella visione umana dello spettatore.

Il raggiungimento dell’orizzonte è impossibile, è una visione paradossale – poiché immaginaria e reale allo stesso tempo – e non può essere percepito nel suo senso dall’occhio ma assunto, nella sua integrità, solo dall’anima.

 

Lascia un commento